Teatro musicale Opera 1951

Boulevard Solitude

Dramma lirico in sette scene

Libretto di Grete Weil
Scenario di Walter Jockisch
(traduzione italiana di Carlo Ferdinando Russo)

Anno di composizione 1951
Durata 82 minuti

Prima assoluta

Prima assoluta 17 febbraio 1952

Hannover · Landestheater

Regia Walter Jockisch
Coreografia Otto Krüger
Scenografia e costumi Jean-Pierre Ponnelle
Direttore d'orchestra Johannes Schüler

Note

In occasione dell’allestimento presso la Bayerische Staatsoper nel 1974 , Jean-Pierre Ponnelle e Grete Weil hanno apportato alcune modifiche al libretto, delle quali poi ha tenuto conto la casa editrice nel materiale da noleggio e nelle nuove edizioni dello spartito per pianoforte e del libretto stesso. Nel 1953, per un’esecuzione del Hessischer Rundfunk, ho amplito la pantomima N°6 (fine del II quadro) con un aria. Quest’aria si può ottenere dalla casa editrice su richiesta. Io stesso l’ho usata per i miei allestimenti di “Boulevard” a Napoli e Roma (1954).

Hans Werner Henze

Cast

Manon Lescaut soprano leggero
Armand des Grieux tenore lirico uno studente
Lilaque père tenore buffo un ricco cavaliere
Lescautbaritono lirico il fratello di Manon
Francisbaritonol’amico di Armand
Lilaque filsbasso
danzatori due cocainomani
ballerino il raggazzo delle sigarette
ballerina la fioraia
danzatori e mimistrilloni, mendicanti, prosti- tute, poliziotti, studenti e studentesse, viaggiatori

Organico dell’orchestra

2 Flauti2° anche Ottavino
1 Oboe
1 Corno inglese
1 Clarinetto
1 Clarinetto basso
2 Fagotti
4 Corni
4 Trombe jazz
3 Tromboni
1 Tuba
Timpani
Percussione

Triangolo
Piatti sospesi
Tamtam
Tomtom
2 Tamburi piccoli
Grancassa
Claves
Maracas
Glockenspiel
Xilofono
Vibrafono
Campane tubolari
[per 9]

Arpa
Pianoforte
Mandolino
Archi