Teatro musicale Balletto 1956

Maratona

Dramma danzato di Luchino Visconti

Scena unica

Anno di composizione 1956
Durata
50 Minuti

Dedicato a Jean Babilée

Prima assoluta

Prima assoluta 24. settembre 1957

Berliner Festwochen

Städtische Oper Berlin
Regia Luchino Visconti
Coreografia Dick Sanders
Scenografia Renzo Vespignani
Direttore d'orchestra Richard Kraus

Note

Visconti ed io abbiamo concepito questo lavoro per Jean Babilée e la sua compagnia “Les Ballets Jean Babilée” di Parigi, ispirandoci al romanzo di Horace McCoy “They shoot horses, don’t they?” (anche trasformato in film più d’una volta). Era in 1956, ma la prima rappresentazione a Berlino fu rimandata di un anno per varie difficolta organizzative. Si tratta di un tentativo di teatro neorealistico, musicale e balletto, in cui sono adoperati anche rock and roll, ballabili latinoamericani, motivi italiani di successo, mentre nell’orchestra predomina un carattere sonoro decisamente classico di tipo barocco. La “moderna” musica da ballo, eseguita sulla scena, in parte live, in parte da nastri registrati o da dischi, pu e dovrebbe di volta in volta essere variata dai diversi gruppi sulla base del materiale melodico-armo nico ed essere adattata allo stile di danza del tempo, seguendo le indicazioni del modello fissato nello spartito da Harald Banter.

Hans Werner Henze

Cast

Gianniballerino
Celestina ballerinasua amica
Margotballerinauna ragazza
ballerina un’attrice del cinema
attorenarratori ad lib.
corpo di ballo2 allibratori
coppie di ballerini
pubblico

Organico

1 Flautoanche Ottavino
1 Oboe
1 Corno inglese
1 Clarinetto
1 Clarinetto basso
1 Fagotto
2 Corni
2 Trombe
1 Trombone
Timpani
Arpa
Archi

 

Banda jazz (può essere variata a piacere)

1 Flauto
1 Sassofono contralto
1 Sassofono tenore
1 Tromba jazz
1 Trombone jazz
PercussionePiatti sospesi
Tamtam
Tamburo piccolo
(con la corda)
Tomtom
Tamburo jazz
Bongos
Grancassa (adoperata col piede),
Maracas
Tubo
[per 3]
Pianoforte
1 Contrabbasso