In una conversazione con Friedrich Luft, il compositore Hans Werner Henze parla del suo lavoro musicale e del suo punto di vista sulla funzione della musica. I temi trattati includono la cultura di massa, il lavoro su commissione e la distanza della musica contemporanea dal pubblico. Si parla anche del suo lavoro per il teatro e del suo amore per l'opera.
(Fonte: rbb)

Hans Werner Henze compone l'opera "Elegia per giovani amanti" per conto della Süddeutscher Rundfunk. La prima è il 20.05.1961 per l'apertura del Festival di Schwetzingen. Un annuncio della prima, con approfondimenti esclusivi sulla produzione, è visibile nella Mediateca ARD sotto la voce "SWR Retro - Abendschau". (in tedesco)

L'autore, oggi trentaduenne, è uno dei principali compositori tedeschi contemporanei. Solo di recente ha suscitato sensazione e opposizione con la nuova versione della sua opera "Re Cervo". Da Napoli, suo luogo di residenza, ha scritto questa lettera al caporedattore di schlagzeug.

La prima di Nachtstücke und Arien (Notturni e arie) al Festival di Musica di Donaueschingen nel 1957 provocò un vero e proprio scandalo, dopo il quale la musica di Hans Werner Henze non è più stata eseguita lì.
Estratto dall'autobiografia "Reiselieder mit böhmischen Quinten: Autobiographische Mitteilungen 1926–1995"

Nel 1954, il compositore sperimentò il suo primo éclat alla prima romana di Boulevard Solitude. I claqueurs erano stati pagati da qualcun altro. E a Igor Stravinsky, il più grande compositore vivente dell'epoca, fu negato l'ingresso al Teatro Costanzi. Ecco l'estratto dell'autobiografia di Henze:


Biografie

Cercare

Tags

Filtro

Per data

Templates/News/DateMenu
standard DateMenu

Altri articoli

We use cookies on our website. Some are essential, while others help us to optimize our website and the associated user behavior. You can view, change and / or revoke these settings at any time via the privacy settings.